Healthy, libri e benessere al posto di Guida Merliani

Sabato 06, Ottobre 2014
Rassegna Stampa
Healthy, libri e benessere al posto di Guida Merliani

NONè New York, e neanche Tokyo. Ma il Vomero. Sulle ceneri della storica libreria Guida Merliani, fallita un anno e mezzo fa, nasce Healthy, store "salutare" multifunzionale che alla libreria 2.0 con iPad unisce palestra, farmacia, medicina estetica e biobar ( nel-la foto, il rendering del progetto). Alpostodel barman? Ci sarà un nutrizionista. Inaugurazione a fine settembre. L'idea è di tre giovani farmacisti di Fuorigrotta, i fratelli Luca e Serena Ferrara, 38 e 34 anni, alla seconda generazione nel settore farmaceutico, e la socia trentenne Emanuela Muto. La struttura, mille metri quadri su tre piani, darà lavoro a quindici under 40. «Come per ogni napoletano, la chiusura della storica libreria Merliani mi ha rattristato — spiega Luca Ferrara — ma la nostra sfida imprenditoriale nasce da prima, da tempo volevamo unire il concetto del libro al benessere fisico, dovevamo solo trovare un luogo ampio per realizzarlo. Siamo convinti che si può fare impresa in un periodo di crisi a Napoli. Nel nostro centro ci impegneremo per fare della conoscenza a 360 gradi un valore. A chi verrà ad allenarsi e a bere un frullato di frutta e vitamine personalizzato, sarà consigliato anche il libro più appropriato secondo il proprio profilo». I clienti della libreria 2.0 potranno scaricare gratis ebook, e un'applicazione per Smarthphone li informerà su quale frullato di frutta o pietanza è più adatta quel giorno o quanta acqua dovranno bere. Apertura anche di sera, noleggio bici gratuito e prezzi competitivi: quattro euro per un frullato di frutta e verdura, cinquanta tipi modello smoothies newyorkese, e venti euro per l'abbonamento mensile in palestra. Alle presentazioni di libri saranno affiancati percorsi di conoscenza in collaborazione con le università napoletane. Design in stile green: la facciata sarà in legno e gli arredi interni saranno realizzati con materiali riciclati. In epoca di fine delle classiche librerie e di conflitti tra istituzioni e librai, è il settore del benessere tout court che traina la lettura.

Fonte: repubblica.it